Dai voce alle tue idee!!!

logo piccolo

Nell’ottica di dare voce ai civitanovesi, il M5S propone di votare gli aspetti più importanti che riguardano la nostra cara Civitanova.

Vai all'indirizzo Sondaggi Pubblici ed esprimi la tua preferenza.

Grazie per il tuo contributo.

Il M5S propone: parcheggi a tariffa agevolata

PARKIl Movimento 5 stelle di Civitanova Marche, in data 23 ottobre 2014 ha presentato in comune, per mano del suo capogruppo e portavoce Pier Paolo Pucci, una mozione (vedi all)  in cui si chiede all'amministrazione di intervenire in merito alla questione dei parcheggi a pagamento, come sappiamo molti cittadini che lavorano in centro città sono sottoposti ad un'esborso di denaro ( visti i tempi, e la crisi ) non indifferente, con la mozione presentata il M5S chiede che l'amministrazione di questo comune metta in atto una serie di misure al fine di alleggerire le spese dei cittadini, dando loro la possibilità di usufruire di un'abbonamento mensile in modo da ridurre i costi.

Un altro "portavoce" da assumere?

misteroDa mesi abbiamo riscontrato la presenza sistematica di una persona che non dovrebbe esserci nell’ufficio del Presidente del Consiglio Comunale Costamagna. Lo vediamo regolarmente aggirarsi tra gli uffici, lo abbiamo sentito risponderci al telefono CIT.: “…sono Ivan di Ivo”… C’è forse un fantasma che si aggira negli uffici di Palazzo Sforza?
Di questa presenza abbiamo chiesto spiegazioni con una interrogazione presentata il 1 agosto 2014 (vedi prot 30774/14 all), per ottenere una risposta, dopo l’ennesima diffida, solo in data 29 settembre.
Il sindaco in persona risponde che : “La persona in questione, sulla base di un rapporto fiduciario con il presidente Costamagna, è stata da lui stesso autorizzata…… e dalla presenza saltuaria (Ma è sempre lì) (vedi prot 38004/14 all) ovviamente senza produrre nessun atto ufficiale di quanto dichiarato. La risposta fornita dal sindaco è decisamente imbarazzante ed ancora una volta irride la legalità.

pagliuzza Dall’esame del piano di ristrutturazione dei debiti chiesto dalla Civita Park ai sensi dell’art 182 bis della Legge Fallimentare composto di una relazione aziendale e di una a pagamento di un advisor, si evince come l’intera opera sia stata finanziata complessivamente per 68.500.000 di euro con un leasing della Mediolaesing s.p.a. (100% Banca delle Marche) firmato in via definitiva il 14 febbraio 2014 (il giorno dopo il commissariamento ndr), e per altri 5.300.000 direttamente erogati da Banca delle Marche. (pag 3 e pag 8 della relazione aziendale).
Viene subito da chiedersi se il comune, che per calcolare gli oneri connessi ai costi di costruzione del centro commerciale ha accettato una perizia di parte Civita Park per un valore di 16.000.000 di euro, solo in seguito poi contestata a 25.000.000, stia agendo correttamente. Infatti si afferma che la differenza di 954.000 di oneri verrà pagata dalla Civita Park al comune ma in realtà tale importo diventa di fatto, nelle varie ipotesi presentate finora, solo una partita di giro, cioè un importo che il comune restituisce sempre totalmente alla Civita Park.
E’ impressionante riscontrare una così enorme differenza tra il valore stimato dell’opera (16.000.000 euro) se confrontato ai finanziamenti concessi da Banca delle Marche che sono quasi di 75.000.000 di euro.

Perché una Banca concede prestiti di circa 75 milioni di euro per finanziare un’opera che i proprietari dichiarano valere solo 16 milioni (o al massimo 25)???

Go to top