VACCINI

on. Mirella Emiliozzi 

Tanti genitori e tante mamme mi hanno scritto per avere notizie sul tema vaccini, e mi sento di dover chiarire alcuni aspetti e di dire anche di non dar retta alle vergognose strumentalizzazioni che sono arrivate e stanno arrivando dall’opposizione. Non ultima quella della Regione da cui provengo, a guida - ahimè - PD.

42420453 1984489918309555 6314725226571628544 n

Il tema vaccini sarà affrontato in modo serio e responsabile, a 360°, con un Decreto di Legge che verrà discusso prossimamente in Senato.
Il nostro obiettivo è seguire le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in tema di vaccinazioni, portando soluzioni che non siano “impositive” ma “informative”, legate ovvero ad una corretta e puntuale informazione, prevedendo anche l’istituzione dell’anagrafe vaccinale, questione irrisolta del precedente governo, così da gestire le vaccinazioni sulla base dei dati scientifici ed epidemiologici che si avranno. Questo per avere dati completi, regione per regione, e muoversi in base a quelli in modo razionale e scientifico.

L’emendamento che era stato approvato al Senato che eliminava una delle sanzioni previste dal decreto Lorenzin, è stato superato da un altro emendamento che è stato presentato alla Camera e che ha ripreso la linea già contenuta nella circolare ministeriale del Miur e del Ministero della Salute del 5 luglio. In pratica, è stata prorogata di un anno la possibilità per i genitori di presentare l’autocertificazione delle vaccinazioni obbligatorie per iscrivere i propri figli a scuola. Nessun caos né per le famiglie, né per i Presidi che si sono limitati a fare quello che già avevano fatto lo scorso anno.

La proroga dell’autocertificazione è stata necessaria per evitare di appesantire burocraticamente le famiglie, gli istituti scolastici e le strutture sanitarie proprio in assenza dell’Anagrafe vaccinale che dovrebbe essere stato introdotto dal governo precedente. Chi autocertifica il falso, rischia anche sanzioni penali che vanno fino a 2 anni di reclusione. E su questo, abbiamo dei dati certi che ci dicono che la regolarità dei documenti presentati dai genitori alle scuole si attesta al 99,9%, come ha dichiarato la collega Marialucia Lorefice, Presidente della Commissione Affari sociali alla Camera. Per avere dei numeri di riferimento: su 55.700 tra certificazioni (39.057) e autocertificazioni (16.694), sono state rilevate 55 infrazioni. Tradotto ancora in numero, vuol dire che i documenti che hanno presentato delle irregolarità rappresentano lo 0,1%.

Finché non verrà approvato il nuovo disegno di legge sui vaccini che è stato presentato al Senato dal Movimento 5 Stelle, resta in vigore il Decreto Lorenzin sia per quanto riguarda il numero di vaccini obbligatori, sia per quanto riguarda le sanzioni.

amirella

 

Ultima modifica il Venerdì, 28 Settembre 2018 23:08

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I più letti

Ultimi Articoli

Go to top