Rifiuti : che sta succedendo ?

rifiutiA sorpresa nell'ordine del giorno del consiglio di domani convocato per discutere l'approvazione del bilancio di previsione per il 2012 (si avete letto bene...) spunta un punto finale nr. 4 "approvazione di convenzione per la costituzione dell' A.T.A."


Seguendo quanto già successo in altri importanti comuni delle Marche (Jesi, Ancona, Fabriano) i consiglieri del Movimento 5 Stelle di Civitanova Marche chiedono al sindaco di aderire ad un'iniziativa democratica che chiede il rinvio della decisione sull'adesione del comune stesso al nuovo ente di gestione ATA che da fine anno andrà a sostituire l'Ato nelle gestione di alcuni ambiti territoriali tra cui i rifiuti.
Infatti visto che Legge Regionale N.24/2009 ha stabilito che la gestione del ciclo dei rifiuti, finora attuata dai Consorzi di bacino (per la Provincia Macerata, Co.sma.ri), passerà agli ATA provinciali (Associazioni Territoriali d'Ambito), dove ogni ATA sarà composto dai Comuni di ciascuna Provincia. In particolare, l'assemblea delle ATA sarà formata dai Sindaci dei diversi Comuni e dal Presidente della Provincia (quale la nostra ?), che sarà d'ufficio anche il Presidente dell'ATA.

NOI SOSTENIAMO che lo schema di "Convenzione obbligatoria" che la Regione Marche vuol far firmare a tutti i Comuni per aderire agli ATA, svuota di fatto i Consigli Comunali della possibilità di incidere nelle decisioni dell'ATA per il futuro, al punto che le stesse modifiche della convenzione che regola i rapporti fra Comune ed ATA possono essere prese anche in maniera unilaterale dell'ATA, previo parere favorevole della Giunta Regionale, senza che le stesse vengano successivamente approvate o ratificate dai Consigli Comunali (art. 13 comma 4).

In pratica, il Comune verrà obbligato dalla Regione entro il 30 settembre (termine già scaduto) a conferire all'ATA le coperture finanziarie, i rifiuti (che vale la pena ricordarlo, sono RISORSA e quindi, soldi!!), le risorse necessarie per le spese di avvio del funzionamento dell'ATA, ma l'ATA potrà regolare a proprio piacimento i rapporti con i Comuni.

Dato che la gestione del ciclo dei rifiuti sarà ancora appannaggio, nei prossimi anni, degli attuali Consorzi di bacino in virtù di contratti di servizio che non scadranno a breve, non si comprende questa urgenza e riteniamo che questa importante decisione possa essere rimandata di qualche settimana per garantire gli adeguati approfondimenti.

Perché una decisione epocale come quella che i Consigli si accingono a compiere, non viene fatta con gli adeguati strumenti di partecipazione ed informazione, in modo da mettere cittadini e Consiglieri Comunali nella condizione di scegliere in maniera davvero consapevole e quindi, democratica ?
CHIEDIAMO quindi al Sindaco Corvatta, Assessore Silenzi e i consiglieri di tutta la maggioranza di sostenere le idee tanto evidenziate in campagna elettorale di nuova partecipazione democratica alle scelte che possono per il futuro compromettere in maniera significativa lo sviluppo della città stessa.

Mercoledì 31 ottobre, il movimento 5 Stelle chiede il rinvio della discussione, escludendola da una sede tanto concitata ed impegnativa quanto risulta essere l'approvazione del bilancio, lasciandole invece più ampio spazio se rimandata al prossimo consiglio comunale.

Ultima modifica il Mercoledì, 05 Febbraio 2014 01:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I più letti

Ultimi Articoli

Go to top