Le commissioni consiliari sono solo un costo della politica ?

commissioni

A che servono le commissioni?
Secondo il Tuel dovrebbero avere un ruolo di supporto e di aiuto alla vita pubblica di un comune, ma la realtà nel comune di Civitanova Marche è veramente penosa.
Partendo dalle ultime futili accuse che ci sono state mosse,il MoVimento5Stelle ribadisce che nella commissione urbanistica del 19 marzo 2013 fu votato dal M5S un punto che prevedeva la creazione di un regolamento "oggettivo" di compensazione da utilizzare nel caso in cui venissero proposte ed eventualmente votate in sede di consiglio comunale delle varianti al Piano Regolatore Generale.
Ricordiamo che il consiglio comunale è l'unico organo che può deliberare delle varianti al Piano Regolatore Generale.
L'ipotesi di un regolamento che introducesse dei criteri oggettivi, finora mai adottati, poteva essere una questione di uguaglianza e rispetto delle regole.
Purtroppo poi il regolamento presentato è stato presentato solo come bozza nella commissione del 7 maggio 2013 ( vedi all. ) e poi portato direttamente in aula ad agosto senza più passare dalla commissione urbanistica e solo quando a tre giorni dal consiglio abbiamo potuto leggerne la formulazione finale è stato subito evidente che di oggettivo  in quel regolamento non c'era più nulla. Addirittura il criterio "monetario" compensativo di cui si era discusso ed ipotizzato era diventato una facoltà da poter cambiare eventualmente con la cessione di aree, come poi guarda caso era proposto nello spostamento di cubatura su Via Guicciardini. Né si faceva minimamente accenno al fatto che tali somme dovessero, come discusso, essere legate esclusivamente a spesa per lavori pubblici.
Perché quindi il regolamento una volta definito non è stato fatto passare nuovamente in commissione urbanistica?
E' forse perchè solo pochi intimi della maggioranza sapevano realmente come era fatto il regolamento definitivo?
Cosa voleva nascondere l'assessore Micucci, che ha portato il regolamento direttamente in aula e che poi in aula non ha risposto alle nostre puntuali obbiezioni?
Come mai il consigliere Rossi si dichiarava d'accordo con quanto sotenuto dal consigliere Carassai, che ringraziamo ancora per lo spendido lavoro della palestra/palazzetto a Civitanova Alta, e lasciava l'aula prima del voto?
Tra gli esponenti della maggioranza che avevavo e che hanno dei dubbi su questi punti di consumo del territorio solo Angelini e Rosati hanno manifestato con decisione le loro contrarietà e perplessità in difesa del territorio e dei civitanovesi residenti.


Di sicuro c'e che per alcuni esponenti di questa maggioranza il voto in commissione diviene chissà quale atto sostanziale d'impegno, mentre assistiamo alla totale assenza della commissione Bilancio da novembre 2012.
Commissione Bilancio che ricordiamo è stata più volte convocata irregolarmente e che non ha partecipato per nulla alla procedura di approvazione del Bilancio Consuntivo 2011.
Infatti il Rendiconto 2011 è stato presentato ed approvato il 12/4/2013 dal Consiglio Comunale senza passare nè preventivamente dalla commissione bilancio ai sensi dell' art 17 del regolamento del Consiglio Comunale  nè quindi con allegata la relazione della commissione come previsto dell' art 59 dello stesso regolamento.
Ed il seguente Bilancio Consuntivo 2012 ha anche lui delle grosse carenze procedurali per quanto riguarda la relazione della commissione bilancio presentata ed allegata.
A maggior ragione a Luglio 2012 questa maggioranza appena insediata aveva approvato in un baleno una modifica del Regolamento del consiglio comunale per permettere ai consiglieri, a differenza del passato, di far parte di più di una commissione  piuttosto che ridurre il numero dei membri stessi di una commissione come da nostra mozione proposta e bocciata.
Su specifiche richieste fatte dal MoVimento5Stelle concernenti il ruolo delle commissioni consiliari il segretario comunale dott. Piergiuseppe Mariotti rispondeva con le lettere prot. 15882/2013 e 16413/2013  affermando che le stesse non hanno alcun ruolo né alcuna valenza ai fini delle procedure amministrative. Concetto che ha ribadito anche in aula alla nostra obbiezione il 12 aprile in sede di dibattimento per l'approvazione del rendiconto 2011.

Alla luce di questa interpretazione, non si capisce come per un lavoro definito, dal Segretatrio Comunale, di rango inferiore, di tempo infinitamente più ridotto e di nessuna valenza amministrativa venga corrisposto ai consiglieri (per qualcuno addirittura per due commissioni), il medesimo gettone di presenza previsto per un consiglio comunale.
Si ravvisa pertanto un danno ai contribuenti avendo avallato dei costi della politica per dei lavori ritenuti del tutto privi di valenza e di conseguenza superflui per la attività politica di questa amministrazione.
Per tale motivo il MoVimento 5 Stelle ha presentato un esposto alla autorità competenti avverso l'amministrazione del comune di Civitanova Marche in relazione all'utilizzo delle commissioni consiliari ed il loro costo per la collettività.



 

Ultima modifica il Sabato, 10 Agosto 2013 15:38

Download allegati:

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I più letti

Ultimi Articoli

Go to top