Informazione

Informazione (221)

VACCINI

on. Mirella Emiliozzi 

Tanti genitori e tante mamme mi hanno scritto per avere notizie sul tema vaccini, e mi sento di dover chiarire alcuni aspetti e di dire anche di non dar retta alle vergognose strumentalizzazioni che sono arrivate e stanno arrivando dall’opposizione. Non ultima quella della Regione da cui provengo, a guida - ahimè - PD.

42420453 1984489918309555 6314725226571628544 n

Il tema vaccini sarà affrontato in modo serio e responsabile, a 360°, con un Decreto di Legge che verrà discusso prossimamente in Senato.
Il nostro obiettivo è seguire le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in tema di vaccinazioni, portando soluzioni che non siano “impositive” ma “informative”, legate ovvero ad una corretta e puntuale informazione, prevedendo anche l’istituzione dell’anagrafe vaccinale, questione irrisolta del precedente governo, così da gestire le vaccinazioni sulla base dei dati scientifici ed epidemiologici che si avranno. Questo per avere dati completi, regione per regione, e muoversi in base a quelli in modo razionale e scientifico.

L’emendamento che era stato approvato al Senato che eliminava una delle sanzioni previste dal decreto Lorenzin, è stato superato da un altro emendamento che è stato presentato alla Camera e che ha ripreso la linea già contenuta nella circolare ministeriale del Miur e del Ministero della Salute del 5 luglio. In pratica, è stata prorogata di un anno la possibilità per i genitori di presentare l’autocertificazione delle vaccinazioni obbligatorie per iscrivere i propri figli a scuola. Nessun caos né per le famiglie, né per i Presidi che si sono limitati a fare quello che già avevano fatto lo scorso anno.

La proroga dell’autocertificazione è stata necessaria per evitare di appesantire burocraticamente le famiglie, gli istituti scolastici e le strutture sanitarie proprio in assenza dell’Anagrafe vaccinale che dovrebbe essere stato introdotto dal governo precedente. Chi autocertifica il falso, rischia anche sanzioni penali che vanno fino a 2 anni di reclusione. E su questo, abbiamo dei dati certi che ci dicono che la regolarità dei documenti presentati dai genitori alle scuole si attesta al 99,9%, come ha dichiarato la collega Marialucia Lorefice, Presidente della Commissione Affari sociali alla Camera. Per avere dei numeri di riferimento: su 55.700 tra certificazioni (39.057) e autocertificazioni (16.694), sono state rilevate 55 infrazioni. Tradotto ancora in numero, vuol dire che i documenti che hanno presentato delle irregolarità rappresentano lo 0,1%.

Finché non verrà approvato il nuovo disegno di legge sui vaccini che è stato presentato al Senato dal Movimento 5 Stelle, resta in vigore il Decreto Lorenzin sia per quanto riguarda il numero di vaccini obbligatori, sia per quanto riguarda le sanzioni.

amirella

 

RESIDUI ATTIVIMentre qualcuno si diverte con le sottrazioni e le addizioni, il Movimento 5 Stelle cerca risposte che finora nessuno ha dato. In consiglio comunale alla discussione del bilancio consuntivo 2017. Abbiamo chiesto ripetutamente come mai i residui attivi fossero cosi mostruosamente alti, pensate ben 13,6 milioni di euro iscritti a bilancio solo per il 2017 che sommati a tutti gli altri degli anni precedenti portano il valore totale dei residui attivi nei conti comunali a ben 25,5 milioni!
Nessuno dell’amministrazione ha risposto.

soldi abitoLa maggioranza vota ed approva le variazioni di bilancio presentate in consiglio comunale. Ben 647.000 € di nuove risorse, fra nuove entrate e minori spese, vengono destinate a nuovi impieghi ( vedi all. ) ma neanche questa volta questa amministrazione ha pensato di utilizzare queste entrate o almeno una parte di esse per una riduzione di tasse, quella riduzione tanto sbandierata nel programma elettorale presentato e finora mai attuata.
La proposta del M5S di utilizzare il 3% di questa cifra, parliamo di 20.000 euro su 647.000 per posticipare al 1 gennaio 2019 la tassa di soggiorno non viene neanche presa in considerazione. Esplodono le risorse aggiuntive da destinare ai Teatri di Civitanova ed alla cultura rispetto a quelle già previste e votate a Marzo nel bilancio di previsione 2018. Siamo molto oltre le spese che venivano sostenute negli stessi settori da Silenzi e che sono state contestate per anni come giochi e cotillons.
Il 60% di queste nove risorse vanno tutte ad appannaggio dell'assessore Gabellieri seriamente candidata a superare per spese l’uomo dei record. La serietà si misura quando alle promesse seguono i fatti.

Governo neutrale o voto subito?

ON. MIRELLA EMILIOZZI (M5S): Comprendiamo lo sforzo che sta compiendo il presidente Mattarella, ma siamo contrari a un governo neutrale. Si tratterebbe di un altro esecutivo tecnico dopo il Governo Monti e purtroppo quella esperienza ce la ricordiamo fin troppo bene. Un governo neutrale sarebbe completamente slegato rispetto al voto espresso dagli elettori lo scorso 4 marzo, che hanno fatto scelte molto chiare.indexLa soluzione deve essere politica e la politica si deve assumere le sue responsabilità e questo è quello che abbiamo fatto negli ultimi due mesi. Consci della situazione di stallo determinata da una pessima legge elettorale fatta dal Pd e avallata da Forza Italia e Lega, avevamo proposto ai partiti di far nascere un governo del cambiamento sedendoci intorno a un tavolo  e scrivendo insieme un programma di governo basato su punti condivisi, chiari e vincolanti per entrambe le forze. Niente spartizione di poltrone dunque, ma risposte concrete rispetto ai bisogni dei cittadini. Sappiamo com'è andata a finire: i partiti si sono tirati indietro dimostrando ancora una volta di avere più a cuore i loro interessi rispetto al bene del Paese. Preso atto del fatto che da parte loro non c'è alcuna volontà di collaborare, allora l'unica strada percorribile è quella di tornare a votare: il prima possibile.

A riveder le Stelle!

28168675 1704562346302315 22809660496206764 nLo scorso 4 marzo credevamo di avere finalmente raggiunto il nostro traguardo. In realtà era solo l’inizio di un percorso difficile e pieno di insidie: smantellare un’organizzazione così capillare, radicata e ben organizzata non è affatto semplice, ma non lo è neppure scoraggiarci!
Esorto tutti coloro che hanno creduto nel sogno di un nuovo inizio per la nostra martoriata Italia a non smettere di farlo e ad armarsi di pazienza: la questione non è “se”, ma “quando”!
Esorto a trasformare al più presto la delusione del mancato dialogo con la Lega nella consapevolezza di non aver ceduto al “richiamo delle sirene”... : il regista della trattativa non sarebbe stato Salvini (come dimostrato dalla ridicola pantomima delle consultazioni).
Esorto a convertire la rabbia del tentativo col PD nella certezza di appartenere ad un Movimento che agisce nel rispetto delle regole anche quando questo non lo avvantaggia, anzi...: è il nostro Presidente che ha affidato a Fico il mandato di esplorare le possibilità con il PD!
E infine esorto tutti a rimanere lucidi: il terrore del M5S al governo scatenerà le più sfrenate fantasie delle vecchie volpi, che si inventeranno le ammucchiate più improbabili pur di tenerci fuori dalla stanza dei bottoni! Stavolta, però, i numeri non sono dalla loro parte!
A riveder le Stelle!

Bilancio fuori dai termini di legge

Pagina 1 di 37

Newsletter

I più letti

Ultimi Articoli

Go to top