Mozioni per l’azzeramento di compensi e gettoni di presenza.

Il Movimento 5 Stelle, considerando che l' attuale quadro macro-economico caratterizzato da una profonda crisi finanziaria, ha indotto il governo nazionale ad adottare drastiche misure volte alla razionalizzazione, al contenimento della spesa ed alla riduzione dei costi degli apparati istituzionali, misure che hanno richiesto un notevole "sacrificio" ad ogni cittadino.


Ritiene che analogo "sacrificio" deve essere richiesto "in primis" a tutti i titolari di cariche elettive (sindaco, assessori e consiglieri comunali), i quali, hanno liberamente deciso di mettere il proprio tempo e le proprie competenze a servizio della cosa pubblica, trovando fonte di sostentamento già nel proprio lavoro. Tali rappresentanti dei cittadini dovrebbero essere d'esempio all'intera collettività, operando – per primi – significative rinunce.
Inoltre la legge 191/2009 in un'ottica di taglio dei costi ha portato alla riduzione dei consiglieri comunali e nel nostro regolamento comunale (art. 14 e seguenti) non è prevista nessuna norma che disponga l'obbligo per un consigliere di far parte di almeno una commissione, come erroneamente affermato da questa maggioranza nel consiglio comunale del 3 luglio. Per tutto questo abbiamo presentato per il prossimo consiglio comunale tre mozioni :

1) per l'abolizione del gettone di presenza dei consiglieri per il consiglio comunale

2) per l'abolizione del gettone di presenza dei consiglieri per le commissioni comunali

3) per l' abolizione dei compensi dei cda delle partecipate e vincolo del compenso al risultato d'esercizio

Come voteranno i consiglieri ?

Ultima modifica il Lunedì, 25 Marzo 2013 17:53

Download allegati:

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I più letti

Ultimi Articoli

Go to top